ITA/ ENG
Scegli il tuo colore.

Il SEO (Search Engine Optimization, letteralmente ottimizzazione per i motori di ricerca) è una modalità di scrittura che trae origine dalla rivoluzione sulle abitudini degli utenti operata dai motori di ricerca, in particolare riguardo ai ritmi e dalle abitudini trasmesse dai social network, i quali hanno promosso un tipo di comunicazione vorace ed immediata.

Content is the king”, come scrisse Bill Gates: gli utenti della rete vogliono cogliere subito il contenuto di un articolo, di una promozione, di una recensione o di un post. Non hanno né tempo né energie da perdere! Di conseguenza, gli scrittori della rete (siano essi blogger o copywriter) sono chiamati a descrivere una passione, raccontare un episodio, condividere un pensiero o un’emozione cercando di catturare l’interesse del lettore e provando a capire cosa potrebbe volere un utente interessato a ciò che sta per scrivere.

Anche se apparentemente questa tecnica di scrittura potrebbe sembrare una deriva della moderna e sintetica forma di comunicazione, in realtà si rivela utile non solo per chi legge ma anche per chi scrive: è infatti utile per sviluppare l’argomentazione, rendendola centrata e coerente.

È infatti utile per sviluppare l’argomentazione, rendendola centrata e coerente.

Inoltre, la scrittura SEO è uno dei principali fattori che permette di raggiungere (e mantenere) alte posizioni nei risultati di ricerca ad esempio di motori come Google. Insieme al numero di click, il tempo speso dagli utenti a leggere articoli o post fornisce un dato indicativo relativo al loro interesse. Questo interesse può essere incrementato mediante alcune strategie comuni:

  1. In primo luogo il contenuto, il vero protagonista della rete, deve essere utile, interessante, unico e ovviamente non copiato da altri siti: un sito pieno di contenuti avrà molte più possibilità di ottenere una posizione alta nei motori di ricerca rispetto ad uno plagiato e povero di informazioni;
  2. Il titolo deve riuscire a sintetizzare il messaggio principale e deve invogliare gli utenti: deve quindi essere esplicativo, diretto e diverso per ogni pagina del sito (per fare in modo che ogni pagina sia dedicata ad un singolo argomento specifico);
  3. Il testo deve essere enfatizzato da keyword specifiche e non eccessivamente ripetute, arricchito da link (interno o esterni) e immagini (o video), oppure alleggerito dagli elenchi puntati. Fondamentale è la scelta accurata delle parole chiavi, le quali dovrebbero essere specifiche in modo da incentivare la frequenza delle ricerche;
  4. La frequenza della pubblicazione è più importante e funzionale rispetto alla lunghezza (meglio se lo scritto si inserisce in un intervallo di 200-600 parole). Google, ad esempio, preferisce siti che pubblicano contenuti con una certa frequenza piuttosto che articoli lunghi potenzialmente inconsistenti e non interessanti per il target fissato (la lunghezza eccessiva rappresenta uno degli errori più comuni ed inutili);
  5. È consigliabile inserire dei METAtag per enfatizzare frasi rilevanti o per assegnare un nome coerente ai file (immagini o documenti) allegati;
  6. Dal momento che il fine è quello di catturare l’attenzione degli utenti, è importante scrivere contenuti che siano in gradi di rispondere anticipatamente alle possibili domande dei potenziali clienti.

Quindi, indipendentemente dalla qualità e dalla quantità dei contenuti, dei servizi, dei prodotti o delle informazioni presenti sul tuo sito, investire in SEO è fondamentale per dare visibilità ai tuoi contenuti, dal momento che oggi i motori di ricerca sono il principale (e forse l’unico) metodo di navigazione del pubblico.

 

 


Notice: Undefined variable: i in /home/xqamqmxp/public_html/wp-content/themes/inspira-wp/single.php on line 111